Fattura Elettronica: che cos’è?2021-05-21T11:33:37+02:00

IL GLOSSARIO DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA.

Fattura Elettronica: che cos’è?

La Fattura Elettronica è una fattura in formato digitale, precisamente in formato .xml – secondo gli standard tecnici definiti da Sogei – il cui contenuto deve essere nel tempo immutabile e non alterabile.

L’autenticità e l’integrità di una Fattura Elettronica sono garantiti dalla presenza della “firma elettronica” di chi emette la fattura digitale e dalla trasmissione del documento tramite il Sistema di Interscambio (SDI)

Emettere fatture elettroniche è obbligatorio per:

  • le operazioni verso la Pubblica amministrazione (obbligo già esistente dal 2014);
  • la vendita di beni e prestazioni di servizi tra soggetti privati (partite IVA e consumatori finali) residenti nel territorio italiano.

Restano al momento esclusi dall’obbligo:

  • lavoratori autonomi aderenti al regime forfettario (commi 54-89, art. 1, legge 190/2014);
  • lavoratori autonomi aderenti al regime dei minimi o regime di vantaggio (commi 1 e 2, art. 27, decreto-legge 98/2011);
  • coloro che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi nei confronti di non residenti, comunitari ed extra comunitari.

Si ricorda che l’esonero dall’obbligo riguarda l’emissione di fatture elettroniche, ma non di ricezione.

Come creare una Fattura Elettronica?

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un sistema gratuito per la creazione e l’invio di Fatture Elettroniche, ma esistono software di fatturazione come Yerp! che consentono in modo molto più semplice di gestire tutto il processo di Fatturazione Elettronica.

Quali sono i dati obbligatori della Fattura Elettronica?

La Fattura Elettronica deve obbligatoriamente riportare i seguenti dati:

  • data di emissione;
  • numero progressivo di emissione (in genere, per anno solare);
  • dati del fornitore, come la ragione sociale, l’indirizzo, il numero di partita IVA e, in alcuni casi, anche il codice fiscale (che per le aziende generalmente corrisponde alla partita IVA);
  • dati del cliente;
  • codice destinatario del cliente o codice iPA in caso si tratti di Pubblica amministrazione;
  • descrizione della qualità, della quantità e del prezzo delle merci o dei servizi offerti;
  • eventuali sconti, spese accessorie e spese previste;
  • condizioni di pagamento;
  • l’importo dell’IVA applicabile per la categoria di servizi trattati;
  • il totale della fattura.
Torna alla pagina principale

Glossario.

Che cosa aspetti?
Inizia subito a fatturare con Yerp!

Puoi provarlo gratuitamente per 30 giorni.
Poi decidi tu il piano che fa per te!

Provalo Gratis!
Torna in cima