Modello Fattura elettronica europea

modello-fattura-elettronica

Modello Fattura elettronica europea: realizzata l’interoperabilità transfrontaliera grazie alla norma EN16931; essenziale puntare sugli standard.

Il futuro della fattura elettronica europea sembra promettere sviluppi molto positivi, in vista dello standard EN16931. Tale norma sta già diventando un punto di riferimento mondiale proprio per il suo modello di dati a livello semantico che rappresenta ad oggi elemento determinante nella realizzazione di una reale interoperabilità transfrontaliera dei dati.

Il nuovo Regolamento europeo eIDAS n.910/2014 ha introdotto nuovi possibili strumenti per garantire proprietà quali il sigillo elettronico, i servizi fiduciari digitali e il recapito elettronico. Si tratta di aspetti che richiedono valutazioni approfondite in quanto se da un lato sarà garantita la totale interoperabilità di questi servizi, dall’altro vi è l’opportunità di utilizzare strumenti più efficaci nel contesto delle interazioni tra pubblico e privato.

Modello fattura elettronica europea, il contesto italiano

In ambito italiano, il progetto fattura PA, aperto anche all’interoperabilità della fattura elettronica europea, risulta essere il più avanzato in Europa, con tutti i vantaggi che ne conseguono (diminuzione del gap IVA, riduzione frodi, ecc.). A testimonianza di tale successo, basti pensare che la Francia stessa ha tratto ispirazione dal modello italiano, pubblicando recentemente un’ordinanza sull’introduzione della fatturazione elettronica tra soggetti passivi e sulla trasmissione delle informazioni all’amministrazione fiscale.

Modello fattura elettronica europea, l’importanza degli standard

Lo standard EN16931 che specifica un modello di dati a livello semantico, è esseziale per evitare l’aggiunta di oneri nelle transazioni transfrontaliere, spesso necessari in un contesto in cui sono presenti diversi formati di fatturazione spesso contrastanti.

Questo è il motivo per cui si è scelto di attuare la direttiva 2014/55/EU ed ora, con la fattura internazionale sviluppata da PEPPOL, basata sullo standard EN16931, anche diversi paesi extraeuropei stanno valutando l’implementazione della fattura elettronica in modo standardizzato e quindi mediante uso di una semantica comune.

Modello fattura elettronica europea, direttiva 2014/55/EU

La Direttiva 2014/55/EU ha il merito di aver introdotto la fattura elettronica nell’ambito della fornitura di beni e servizi alle PA europee e rappresenta ad oggi un punto di riferimento per gli Stati membri dell’UE.

È importante ricordare che tale direttiva riporta dei considerando che sono di importanza basilare ma che spesso vengono trascurati. Eccone alcuni nel dettaglio:

  • Considerando n.8: La piena interoperabilità comprende la capacità di operare su tre livelli diversi:

contenuto (semantica): la fattura elettronica deve riportare un certo numero di informazioni obbligatorie dal significato preciso e non deformabile.

formato o lingua (sintassi): gli elementi della fattura elettronica devono essere presentati in un formato che essere scambiato tra mittente e destinatario ed elaborato in maniera automatizzata.

metodo di trasmissione.

  • Considerando n. 20: Lo standard di fattura elettronica deve essere:

tecnicamente neutrale, in modo da non ostacolare la concorrenza;

compatibile con gli standard internazionali sulla fatturazione elettronica, al fine di agevolare i fornitori di paesi terzi nell’accesso al mercato europeo e ai fornitori europei l’invio di fatture elettroniche a paesi terzi, con la finalità di attuare un vero mercato unico europeo per PA ed privati

Per quanto riguarda gli aspetti della privacy, è indicato che occorre rispettare la Direttiva 95/46/CE sulla privacy, ora sostituita dal Regolamento (UE) n. 2016/679 sulla protezione dei dati personali.

Cerchi un software semplice per la creazione di Fatture Elettroniche?

Abbiamo la soluzione che fa per te!

Yerp! è un software online che ti permette di creare e gestire in modo davvero semplice e completo le fatture, oltre ad altri documenti aziendali come preventivi, fatture elettroniche, ddt, ecc. Puoi provarlo gratuitamente per 30 giorni!

Provalo subito!

Leggi anche: