Nota di Credito – definizione2021-06-29T12:49:45+02:00

DIZIONARIO DI CONTABILITÀ.

Nota di Credito: che cos’è ?

Nota di Credito: significato

La nota di credito è un documento che serve a correggere eventuali errori in una fattura già emessa.
Nello specifico, la nota di credito va ad annullare la fattura, permettendoti di emanarne una nuova o di annullare completamente la transazione.

La nota di credito rientra nelle cosiddette Note di variazione, che sono di due tipi:

  • Nota di debito: da utilizzare nel caso sia necessario aumentare il valore imponibile o l’imposta.
  • Nota di credito: la tipologia più comune, che serve a diminuire l’importo indicato in fattura e restituire parte della somma pagata al cliente.

Una nota di credito, dunque, può essere utilizzata quando:

  • vi è un errore di computo dell’imposta e/o della base imponibile;
  • c’è una mancata o incompleta prestazione rispetto a quanto stabilito dagli accordi tra le parti;
  • vi è una diminuzione dovuta al rinvenimento di pezzi rovinati o difettosi che non possono essere sostituiti (per cui deve essere registrato un abbuono);
  • risulta un mancato inserimento di uno sconto previsto in fattura.

Il documento correttivo dovrà perciò contenere:

  • il riferimento alla fattura da correggere;
  • data e numero identificativo;
  • descrizione del prodotto/servizio;
  • i valori con segno negativo.
Torna al Dizionario di Contabilità

Altre definizioni.

Cerchi un software per creare fatture in modo semplice?
Inizia subito a fatturare con Yerp!

Puoi provarlo gratuitamente per 30 giorni.
Poi decidi tu il piano che fa per te!

Provalo Gratis!
Torna in cima