Home » Partita Iva e lavoro dipendente

Partita Iva e lavoro dipendente sono conciliabili?

L’apertura della Partita Iva nel caso di un lavorare dipendente è possibile, ma bisogna valutare diversi aspetti, primo dei quali il fatto che si operi o meno nel settore pubblico.

Per i lavoratori dipendenti del settore privato non vi è alcuna limitazione di legge all’apertura di una partita Iva.

L’unico aspetto da non sottovalutare è l’attenzione al patto di fedeltà all’azienda. Si tratta di un Patto di non Concorrenza: infatti, è fatto divieto al lavoratore dipendente di svolgere attività in concorrenza al datore di lavoro, in proprio o per conto di terzi.

Le cose cambiano se il lavoratore dipendente è nel settore pubblico.

Tutti i lavoratori della Pubblica Amministrazione sono vincolati dall’Obbligo di Esclusività.

ll dipendente pubblico, infatti, è chiamato a svolgere il proprio lavoro in maniera esclusiva per la Amministrazione a cui appartiene. Questo obbligo, non consente, quindi, al lavoratore dipendente che opera nel pubblico impiego di operare anche in forma autonoma. In linea generale, quindi, per i lavoratori del pubblico impiego lavoro dipendente e Partita Iva non possono coesistere.
Ci sono, tuttavia, alcune eccezioni all’obbligo di esclusività, come ad esempio, ai docenti e agli insegnanti pubblici. Questi lavoratori, infatti, possono esercitare senza problemi anche la libera professione. La stessa possibilità è concessa anche al personale assunto con contratto part-time con prestazione lavorativa non superiore al 50%.