Qual é la differenza tra detrazione e deduzione fiscale? Come funziona nel Regime forfettario?

Differenza tra deduzione e detrazione

Uno dei dubbi più frequenti quando si parla di Dichiarazione dei Redditi è la differenza tra deduzione e detrazione, specialmente in virtù dei benefici che sono stati introdotti nel corso del 2020. Analizziamo dunque le differenze, con un approfondimento particolare circa il funzionamento di tali aspetti nel Regime Forfettario.

Le detrazioni fiscali consistono in diminuzioni dell’IRPEF, vale a dire della tassazione imposta sui redditi. Tale diminuzione si applica a seguito della deduzione fiscale, in quanto fa riferimento a specifiche agevolazioni fiscali legate a determinate spese.

Nella fase di compilazione della Dichiarazione dei Redditi, specialmente attraverso il modello 730, e in fase di definizione della situazione circa il reddito ISEE, si possono dichiarare tutte le spese sostenute nel corso dell’anno precedente per ottenere così le detrazioni fiscali.
Generalmente, le detrazioni fiscali corrispondono al 19% e vengono concesse soltanto nel caso in cui le spese sostenute siano state pagate con metodi di pagamento tracciabili, quali carta di credito, di debito, assegni e così via.

Vediamo ora quali sono i costi comunemente detratti attraverso il modello 730.

  • spese mediche, ovvero visite e acquisto di farmaci;
  • visite e medicinali per gli animali domestici;
  • canoni di affitto o rate del mutuo;
  • ristrutturazione dell’immobile abitativo.

Le deduzioni fiscali, invece, consistono in agevolazioni della tassazione, con riferimento alla quota sulla quale sono calcolate le tasse effettive da versare. Dunque, si può applicare la deduzione fiscale stabilendo la quota IRPEF per il versamento delle tasse.
Per effettuare una deduzione fiscale occorre nello specifico sottrarre dall’importo complessivo una parte di reddito; la somma ottenuta è considerata la base imponibile soggetta a tassazione. Dunque, nel caso di deduzione fiscale, la tassazione viene calcolata solo sulla base imponibile anziché sull’intero reddito.

Detrazioni e deduzioni fiscali, come funziona con il regime forfettario

Nel caso di regime forfettario (vedi la “Guida al Regime forfettario“), le cose sono un po’ diverse.
Siccome il regime forfettario non è soggetto a IRPEF né ad altre imposte a cui sono soggetti i titolari di altri regimi fiscali, il meccanismo di tassazione è più semplice e diretto.
Nel caso di regime agevolato, il fatturato lordo comprende tutte le fatture emesse ed incassate nel corso dell’anno. È importante specificare che viene applicato il regime di cassa, dunque le fatture non incassate non saranno calcolate nella definizione dell’imposta sostitutiva e dei contributi INPS.

Al fatturato così definito va poi applicato il coefficiente di redditività, calcolato sulla base dell’attività svolta.
Nel caso in cui le spese sostenute siano superiori rispetto a quelle calcolate per il forfettario, esse non potranno essere detratte.

Sei nel Regime Forfettario e cerchi un software semplice per la gestione della Fatturazione?

Abbiamo la soluzione che fa per te!

Yerp! è il primo software che ti permette di gestire in modo davvero semplice e completo la fatturazione elettronica,
dalla creazione del documento passando all’invio, spedizione e conservazione in cloud per 10 anni.
Senza firma digitale, senza codice destinatario: pensiamo a tutto noi!

Provalo subito!