Fatturazione Elettronica moratoria

Fatturazione Elettronica, moratoria per il primo semestre

Fatturazione elettronica, si mantiene l’entrata in vigore al 1 gennaio 2019, ma con una moratoria delle sanzioni per i primi sei mesi.

Poche ore dopo il via libera al Decreto Fiscale, Palazzo Chigi ha comunicato che sarà prevista, per il primo semestre del 2019, una moratoria delle sanzioni in merito all’obbligo di fatturazione elettronica.
Lo sconto sulle sanzioni per i primi sei mesi è volto a concedere ulteriore tempo ai destinatari dell’obbligo di adeguare i propri sistemi informatici alla nuova norma.
Dal momento che non è stato ancora divulgato né pubblicato ufficialmente il testo del Decreto Fiscale, l’unico testo a cui possiamo fare riferimento per maggiori informazioni sulla moratoria è la bozza del 13 Ottobre.
Questa stabilisce che lo sconto sulle sanzioni sarà di diritto solo nel caso in cui la fattura elettronica venga emessa, seppur tardivamente. La bozza, nello specifico, prevede che nessuna sanzione venga applicata nel caso in contribuente emetta la fattura elettronica oltre il termine previsto, ma comunque nel tempo sufficiente a far concorrere l’imposta ivi indicata alla liquidazione di periodo, mensile o trimestrale.
Nel caso in cui, invece, la fattura venga emessa troppo tardi per partecipare alla liquidazione periodica, è prevista una sanzione con uno sconto dell’80% per i primi sei mesi.
La stessa sanzione, inoltre, sarà applicata a chi abbia erroneamente detratto l’imposta senza poi regolarizzarla. Avvalendosi della regolarizzazione disposta dall’art. 6, comma 8, D.Lgs. n. 471/1997 entro i termini della propria liquidazione periodica, infatti, non si verrà incontro ad alcuna sanzione. Una penalità ridotta è prevista per chi procede alla regolarizzazione entro i termini della liquidazione periodica successiva.