Fatturazione Elettronica 2019 privati

Fatturazione Elettronica 2019 tra privati: tutto quello che c’è da sapere

Dal 1° gennaio 2019 scatta l’obbligo di Fatturazione Elettronica 2019 nei confronti delle altre aziende o professionisti. Prepariamoci insieme sull’argomento e facciamo chiarezza.

Il Governo Gentiloni ha introdotto nella Legge di Bilancio 2018 l’obbligo di Fatturazione Elettronica tra privati a partire dal 1° gennaio 2019.

C’è però un’altra data che incombe su aziende e lavoratori autonomi: dal 1°luglio 2018 ci sarà l’abolizione della scheda carburante, per cui chi desidera dedurre le spese, dovrà farsi emettere dal distributore una Fattura Elettronica. La scheda carburante o anche detta “carta carburante” verrà infatti eliminata.

Ma che cos’è una Fattura Elettronica? E quali sono le sue caratteristiche?

La Fattura Elettronica è una fattura in formato digitale. E’ stata inserita nel nostro ordinamento dalla Legge Finanziaria del 2008 nel rispetto della normativa comunitaria.

Per creare le tue Fatture Elettroniche viene messo a disposizione sul sito dell’Agenzia delle Entrate un servizio gratuito, basta accedere con i propri dati da questo pannello: https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/

Come la classica fattura, i dati che deve obbligatoriamente riportare la Fattura Elettronica affinché possa essere considerata valida sono:

  • data di emissione
  • numero progressivo univoco
  • ragione sociale (o nome e cognome), e residenza o domicilio del soggetto che emette la fattura elettronica
  • numero della partita IVA del soggetto che emette la fattura elettronica
  • numero della partita IVA del soggetto destinatario della fattura elettronica
  • nome dei beni o servizi per cui si sta emettendo la fattura elettronica, completi di quantità
  • corrispettivi ed altri dati necessari per la determinazione della base imponibile
  • aliquota IVA

 

Hai creato una Fattura Elettronica: ora che cosa devi fare?

Una volta creato l’.xml (che può anche contenere più fatture) devi inviare il documento con firma digitale tramite il Sistema di Interscambio (SdI), ovvero un sistema informatico in grado di:

  • ricevere le fatture elettroniche
  • effettuare controlli sui file ricevuti
  • inoltrare le fatture al destinatario

Una volta effettuato l’invio dovrai attendere il file che attesti l’avvenuta ricezione da parte del destinatario.

Conservazione per 10 anni

Le Fatture Elettroniche inviate dovranno essere obbligatoriamente conservate per 10 anni.

Anche in questo caso ci si può avvalere del servizio gratuito dell’Agenzia delle Entrate (sezione “Conservazione”). In alternativa sul mercato ci sono diversi servizi a pagamento.

Noi di Yerp! stiamo lavorando per offrirvi un servizio completo e davvero semplice, che va dalla generazione della fattura e invio alla conservazione.

Se vuoi ricevere una comunicazione quando il servizio sarà attivo inserisci la tua e-mail qui sotto:

Fattura Elettronica tra privati: perché? Quali vantaggi?

In generale questo sistema innovativo di Fatturazione avrà diversi riflessi positivi: innanzitutto un risparmio economico legato alla riduzione del cartaceo; ci sarà inoltre più trasparenza e quindi una riduzione dell’evasione fiscale, e l’acquisizione da parte dell’Agenzia delle Entrate di maggiori dati ai fini della preparazione di dichiarazioni annuali, certificazioni uniche, modelli per le varie dichiarazioni dei redditi e quant’altro precompilati e certificati.

Non è finita qui: per i titolari di Partita Iva che aderiscono all’invio telematico delle Fatture, disponibile dal 1° gennaio 2017, i vantaggi sono i seguenti:

  • esenzione dalla comunicazione fatture ai fini dello spesometro
  • esonero dal modello Intrastat
  • dispensa dalle comunicazioni relative agli acquisti effettuati dagli operatori di San Marino
  • esenzione dalla comunicazione dei dati relativi ai contratti delle società di leasing
  • priorità dei rimborsi Iva (entro 3 mesi dall’invio della dichiarazione)
  • periodo di accertamento di 4 anni anziché di 5 (come contemplato per le fatture cartacee)
  • automatizzazione dei i processi di gestione dei documenti contabili, con conseguente riduzione di tempi e costi, stimati dalla Commissione Europea in 10 euro a fattura.

 

Ti sembra tutto complicato e vorresti semplificare e velocizzare il processo di Fatturazione Elettronica? Ci pensiamo noi!

I nostri tecnici stanno lavorando a pieno regime per inserire in Yerp! la possibilità di creare, inviare/ricevere e conservare Fatture Elettroniche. Il pannello di gestione sarà davvero molto semplice e in caso di bisogno noi saremo sempre disponibili per aiutarti in tempo reale.

Se vuoi essere aggiornato con un’email riguardo al rilascio dell’aggiornamento iscriviti alla nostra newsletter: